Cerca nel blog

lunedì 31 marzo 2014

Cancro al seno multifocale in giovani donne con prolungato contatto tra i loro seni e i loro telefoni cellulari.



Il cancro al seno si verificano in donne di età inferiore ai 40 ( è raro) in assenza di storia familiare o predisposizione genetica in assenza di altre possibili esposizioni o rischi ambientali.
I loro smartphone erano  direttamente contro i loro seni per un massimo di 10 ore al giorno, per diversi anni,  hanno sviluppato tumori nei settori del loro seno immediatamente sottostanti i telefoni. 
Questi casi sollevano la consapevolezza della mancanza di dati sulla sicurezza sul contatto diretto prolungato con i telefoni cellulari.


Link all'articolo


CONDIVIDI per una maggiore consapevolezza del possibile rischio.

venerdì 28 marzo 2014

Interventi conservativi per il trattamento del dolore inguinale




Problemi muscoloscheletrici, a livello di legamenti e loro inserzione a livello dell'inguine sono comuni negli atleti e possono guarire in tempi lunghi e la ripresa dell'attività sportiva ne può risentire prolungandosi anche per diversi mesi.
La ripresa spesso e lunga e il ritorno al pieno stato di forma richiede lunghi tempi.
Gli interventi non chirurgici prevedono elettoterapia, esercizio mirato, terapia manuale e iniezioni di steroidi.
Obiettivo dell'articolo:
valutare gli effetti benefici e i rischi nel trattamento conservativo in caso di dolore a livello dell'inguine che potrebbe anche essere considerato come pubalgia.


Conservative interventions for treating exercise-related musculotendinous, ligamentous and osseous groin pain (Review)

mercoledì 26 marzo 2014

Curiosità: vuoi vedere i muscoli del volo della mosca in un'animazione 3d ?




Per ottenere le immagini dettagliate dei muscoli del volo della mosca, i ricercatori della Oxford University dell'Imperial College e del Paul Scherrer Institute guidati da Graham Taylor, primo autore.

Polifenoli e dita mediterranea

Polifenoli presenti nella dieta mediterranea riducono                        l' angiogenesi infiammatoria. Un meccanismo potenzialmente protettivo nella malattia vascolare aterosclerotica e cancro.



 I nostri risultati rivelano che i polifenoli presenti nel vino rosso e nell' olio d'oliva riducono l'angiogenesi infiammatoria in cellule endoteliali coltivate, attraverso MMP-9 e COX-2, questo supporta il ruolo potenzialmente protettivo  dei polifenoli alimentari nella malattia vascolare aterosclerotica e nel cancro.

domenica 23 marzo 2014

Acufeni e trigger point !


RISULTATI:
Trattamento del gruppo sperimentale era efficace per alleviare il tinnito (p <0.001). Il rilevamento della concomitante presenza di Dolore e tinnito erano spesso associati (p = 0,013), quindi l'orecchio con il peggiore tinnito era spesso associato al lato del corpo con più dolore (p <0.001). La presenza di una modulazione di intensità, anche temporanea, del tinnito (aumento o diminuzione) alla palpazione muscolare iniziale era frequente in entrambi i gruppi, ma la sua diminuzione temporanea era prognostica di un sollievo duraturo alla fine del trattamento (p = 0,002).

CONCLUSIONE:
Oltre alla ricerca medica e audiologica, i pazienti con acufene dovrebbero essere controllati per:
1) presenza di dolore miofasciale che circonda l'orecchio;
2) lateralità tra i due sintomi;
3) diminuzione iniziale dell'acufene durante la palpazione muscolare.
Il trattamento rilascio dei trigger point miofasciali di questo specifico sottogruppo di pazienti con acufene può fornire risultati migliori rispetto ad altri finora descritti.

sabato 22 marzo 2014

Revisione sullo stretching

Effect of Acute Static Stretch on Maximal
Muscle Performance: A Systematic Review



Tratto dall'articolo:

Lo stretching statico mantenuto per meno di 45s può essere utilizzato in pratiche pre-agonistiche senza il rischio di una diminuzione significativa ad esempio di di resistenza.

Tempi di allungamento maggiori di 60 s potrebbero causare una piccola o moderata riduzione delle prestazioni.

Una rassegna completa della letteratura esistente dovrebbe  valutare l' influenza di altre forme di allungamento muscolare (dinamico , neuromuscolare
facilitazione propriocettica e balistica ).


venerdì 21 marzo 2014

Glucosamina e Condroitina




Questa scheda contiene informazioni generali sulla glucosamina e sulla condroitina per le
persone affette da artrite. La scheda comprende informazioni sull’efficacia di tali supplementi e sui possibili rischi.
 

mercoledì 19 marzo 2014

Fascite plantare cosa fare ?

Questo studio compare l'efficacia delle onde d'urto radiali rispetto un programma di esercizi.

Lo scopo di questo studio era quello di verificare l'ipotesi nulla di nessuna differenza nell'efficacia di queste due forme di trattamento per i pazienti che avevano fascite plantare unilaterale per una durata massima di sei settimane e che non erano stati precedentemente trattati con altre metodiche.
Conclusione:
Un programma di  esercizi di stretching specifici per la fascia plantare è superiore rispetto alla terapia con onde d'urto radiali a bassa energia  per il trattamento dei sintomi acuti nel caso di fascite plantare prossimale.


sabato 15 marzo 2014

Esercizio fisico migliora la salute del cervello e plasticità



La vasta ricerca sugli esseri umani suggerisce che l' esercizi  potrebbero avere benefici per
la salute generale e la funzione cognitiva, soprattutto in età avanzata.  


Studi recenti utilizzando modelli sono stati indirizzati verso la comprensione delle basi neurobiologiche di questo fenomeno. E 'ormai chiaro che l'esercizio volontario può di aumentare i livelli del fattore neurotrofico (BDNF) e altri fattori di crescita, stimolare la neurogenesi e aumenta la resistenza all'insulto cerebrale nonchè migliorare l'apprendimento e le prestazioni mentali. 

In aggiunta all'aumento dei livelli di BDNF l' esercizio mobilita profili di espressione genica che favorirebbero processi di plasticità del cervello.  

Quindi, l'esercizio potrebbe fornire un semplice mezzo per mantenere le funzioni cerebrali e promuovere la plasticità del cervello.

Vai all'articolo full text

Ti è piaciuto l'articolo ?
Condividi

giovedì 13 marzo 2014

TRATTAMENTO FISIOTERAPICO CONSERVATIVO DELL’INSTABILITÀ



La stabilizzazione lombare è uno degli obiettivi del trattamento del paziente con instabilità clinica e/o anatomica.
Basandosi sugli studi di Bergmark (1989), Janda (1986), Hodges, Hides, Jull e Richardson (University of Queensland,Australia), Comerford ha approfondito le caratteristiche peculiari dei muscoli stabilizzatori della colonna, che si diversificano,sia sul piano istologico che su quello biomeccanico, dai muscoli mobilizzatori (2001). Comerford suddivide i muscoli in trecategorie: stabilizzatori locali (più profondi), stabilizzatori globali (intermedi) e mobilizzatori globali (più superficiali).

lunedì 3 marzo 2014

Dolore femoro rotuleo e dolori di ginocchio strategie d'intervento


La sindrome del dolore femoro-rotuleo e dolori non specifici al ginocchio in generale.
Caratteristiche, strategia di gestione e  risultati dopo 1 e 6 anni.
Bellissimo lavoro di oltre 170 pagine con molta bibliografia.
Vai alla tesi

Condividi l'articolo con i tuoi amici

sabato 1 marzo 2014

Connessioni anatomiche del diaframma: influenza della respirazione sul sistema corpo.

L'articolo spiega le ragioni scientifiche del perchè  il muscolo diaframma essendo è crocevia importante per le informazioni di tutto il corpo. 
Il muscolo diaframma si estende dal sistema trigemino al pavimento pelvico, passando dal diaframma toracico al pavimento della bocca.  
Come molte strutture del corpo umano, il muscolo diaframma ha più di una funzione, ed ha collegamenti in tutto il corpo,  fornisce la rete necessaria per la respirazione. Per valutare e trattare efficacemente questo muscolo, è necessario essere consapevoli della sua anatomica, fasciale, e la complessità neurologica nel controllo della respirazione. Il paziente non è mai un sintomo localizzato, ma un sistema che si adatta ad una disfunzione corporea.
Vai all'articolo

Cerca nel blog